In che modo l'Industria 4.0 influenza la supply chain?

Andrea Zanoni Master Supply chain & operations Bossard Italia
novembre 20, 2018
Pubblicato da Bossard

 

Davide Di Marzo, General Manager di Bossard Italia, è stato ospite all'interno del Leader corner dell'Executive Master in Supply Chain and Operations della Bologna Business School. Durante la testimonianza ha descritto come i sistemi innovativi Smart Factory Logistics di Bossard portano l'Internet of Things negli stabilimenti delle imprese ottimizzando la supply chain. Un'occasione di confronto che ha permesso di contestualizzare le competenze strategiche e gli strumenti acquisiti dai partecipanti durante il percorso formativo del Master. Abbiamo intervistato Andrea Zanoni, direttore dell'Executive Master in Supply Chain and Operations della Bologna Business School per avere la sua visione su come la supply chain è influenzata dall'Industry 4.0.

In che modo l’Industria 4.0 influenzerà la supply chain?

Prima di analizzarne l'impatto sulla supply chain è opportuno chiarire cosa è l'Industry 4.0. Con questo termine ci si riferisce, così come stabilito nel 2011 ad Hannover nel corso del Germany Trade and Investment Conference, ad un "cambiamento paradigmatico reso possibile dagli sviluppi tecnologici che rovescia la logica dei processi produttivi". Tale cambiamento non avviene in seguito ad un'innovazione tecnologica ma grazie all'integrazione tra le diverse tecnologie, già presenti, che costituiscono i pilastri su cui può svilupparsi la così detta quarta rivoluzione industriale. Nell'analizzare le applicazioni dell'industry 4.0 è frequente trovarsi di fronte a due errori. Il primo è quello di circoscrivere il cambiamento a una singola applicazione, facente capo ad uno qualsiasi degli 8 pillars, quando invece i veri vantaggi dell'Industry 4.0 sono conseguibili solo sfruttando le interdipendenze esistenti tra le diverse tecnologie; il secondo è quello di pensare che i benefici possano essere conseguiti con interventi che impattano il sistema operativo interno, mentre invece i risultati maggiori sono ottenibili grazie alle maggiori possibilità di coordinamento tra i diversi attori della supply chain, quindi nelle relazioni con i clienti e i fornitori

Quali sono i principali problemi di gestione della produzione e della supply chain riscontrati dalle imprese?

Oggi le imprese sono sottoposte a pressioni consistenti relativamente al livello di personalizzazione dei prodotti che i clienti vogliono sempre maggiore, all'entità dei lotti produttivi che devono essere di dimensione sempre inferiore per riuscire a ridurre l'entità degli investimenti in capitale circolante ed essere maggiormente reattivi alle richieste di mercato, al time to market che deve essere abbreviato per cogliere tempestivamente le opportunità e limitare i rischi di mercato, al livello di servizio che deve essere innalzato a causa di clienti sempre più esigenti e concorrenti più aggressivi, alla riduzione della durata del ciclo di vita dei prodotti che rende incerto il recupero del capitale investito nel processo innovativo. È evidente che queste pressioni competitive, presenti in modo diverso in tutti i settori industriali, hanno ripercussioni sostanziali sia sul sistema produttivo interno sia sulle relazioni con i fornitori, vista la consistenza dei processi di esternalizzazione realizzati dalle imprese italiane.

Che vantaggi possono apportare i sistemi Bossard all'interno delle aree produttive?

I sistemi Bossard, nei processi di riorganizzazione dei sistemi operativi delle imprese, intervengono favorendo lo snellimento del flusso dei materiali e la semplificazione delle attività di gestione dei rifornimenti e dei fornitori. Da qualche tempo si è acquisita la consapevolezza delle conseguenze di quanto aveva teorizzato circa un secolo fa Pareto: la curva ABC e l'opportunità di dedicare la maggior attenzione ai fenomeni sui quali si concentra la maggior parte dei volumi di attività optando per soluzioni meno impegnative per gestire le code relative a materiali di minor importanza. Applicando questo principio Bossard interviene offrendo sia strumenti e metodi di gestione (la bilancia in sostituzione del metodo più comune del conteggio dei pezzi) sia soluzioni organizzative (la gestione dei rifornimenti e dei fornitori di particolari di basso valore unitario). In questo modo l'intervento di Bossard, che può giungere a sostituirsi all'impresa cliente nelle attività di logistica e gestione dei materiali, consente una maggior focalizzazione sulle cose importanti che creano maggior valore e permette incrementi della produttività andando a semplificare la supply chain.
 

Bossard Italia ha portato la sua testimonianza tecnica e i casi di successo aziendali all'interno del Master in Supply Chain & Operations della Bologna Business School. Quale riscontro ha avuto dai partecipanti? Le soluzioni logistiche Bossard possono aiutare i manager a comprendere le tematiche industry 4.0?

Indubbiamente hanno destato un grande interesse nell'aula in quanto, essendo questa costituita da persone impegnate quotidianamente in attività di programmazione e gestione delle operations, i partecipanti hanno apprezzato il processo di semplificazione del lavoro quotidiano che si viene a realizzare. Il fatto però che l'aula sia costituita da persone con esperienza che operano in azienda, e vivano quindi la concretezza dei rapporti e delle situazioni conflittuali con i loro interlocutori esterni, li ha portati ad evidenziare anche il legame più forte che necessariamente si viene a verificare tra Bossard e l'impresa cliente; legame che implica la necessità di instaurare una relazione di partnership e un'attenta valutazione delle condizioni contrattuali che regolano il rapporto.

Scoprite come restare al passo con le più recenti soluzioni 4.0. Scaricate l'E-book "Come eliminare 1 dei 7 maggiori sprechi aziendali". 

Questo sito utilizza i cookies al fine di fornire servizi. Si acconsente a quanto sopra cliccando su "OK" e/o utilizzando i nostri servizi. Cliccare su limitazioni di responsabilità per trovare informazioni relative ai cookies e sulle possibilità di modificare i termini della loro memorrizazione.